Diario ...ma non proprio tutto!
Dall'12 febbraio 2017

...2016...

...Dal 2012 al 2015...

...Dal 2008 al 25 gennaio 2012...

...Dal 2005 al 2007...

12 febbraio 2017

2016 un disastro? Sì, ma non è quasi mai un disastro totale. Qualcosa di buono c'è. C'è quasi sempre. Spero che non sia così solo per me. Davvero.

Poche menate e su Ste! 2017 In attesa...

24 aprile 2017

Ecco cosa è successo quest'anno.
L'anno scorso ho soprannominato la primavera "la stagione dei cazzari".
Già, perchè si svegliano quasi tutte e tutti in primavera e considero che, visto che noi umani ci vantiamo di possedere un certo genere di intelletto, potremmo tranquillamente scostarci dai ritmi dei rospi, delle rane, dei germani reali, dei cinghiali, e via dicendo...e non innamorarci solo per qualche centimetro quadrato di pelle nuda ma questa è natura quindi capisco e apprezzo la pelle nuda ma,

peggio,

i cazzari pianificano grandi cose, mossi solamente da due boccate di ossigeno in più ...vedendo poi tornare repentinamente inconcludenza, mediocrità, poco fiato e bassa qualità nei risultati, sempre che ci arrivino ai risultati.
Di solito (ma non sempre per fortuna), nonostante questo, continuano a dormire la notte e a respirare normalmente.
Parlando di cazzari e lavoro, in passato, ad aprile ho accettato lavori da fare entro fine maggio, col risultato che io li ho fatti ma, sul finire della primavera, i committenti sono tornati letargici procurando non pochi problemi alla mia vita.
Visto che il lamento non lo considero ancora una opzione valida ma sono per l'essere propositivo, mi son chiesto cosa avrei potuto propormi, e possibilmente fare, per migliorare questa mia situazione antieconomica e svantaggiosa anche nei rapporti sociali ma, soprattutto, in quelli interpersonali.
Allora ho approfittato dell'autunno 2016 e dell'inverno 2017, ricchi di tempo, per studiare, dedicarmi a un training psicologico riguardo l'ansia dell'ignoto e il denaro, mantenere i contatti con chi non considero cazzaro/a e ho pianificato primavera ed estate lavorative con soddisfazione.
Gli ultimi arrivati sono rimasti senza di me e senza i miei "servigi" dell'ultimo momento.
Sperando che chi mi ha scelto resterà soddisfatta/o, auguro una buonissima stagione... a tutte/i, anche a me, e anche una buonissima estate!
E per chi è rimasto senza di me, se ha capito e mi desidera ancora nel suo staff, ne riparleremo pianificando per tempo una prossima grande stagione...!!!