La Bicicletta
Passo dello Stelvio in bicicletta ...con mio fratello e la mia StumpJumper!

Photogallery

Eccomi a fare una breve relazione della salita allo Stelvio del 20 luglio con il mio fratellone...
Breve si, perchè anche a farla lunga non riuscirei a farvi capire cosa ho provato questo fantastico giorno!
Tornare a pedalare su una salita così famosa, così alta, quando solo poco tempo fa pensavi fosse impossibile è una cosa impagabile. Non la cambierei con niente.

Giusto due parole sulla salita:

Siamo partiti appena prima di entrare in Bormio, poi abbiamo raggiunto il Passo in bici e siamo scesi dall'altra parte per una decina di tornanti o poco più e poi siam risaliti e ridiscesi a Bormio...

Da entrambi i lati è dura, non tanto per la pendenza che non è nulla di che, ma credo più per la quota. ...ovviamente il versante di Trafoi (quello tradizionale) è molto più pittoresco! Il mio allenamento consisteva nell'essere andato a fare la spesa in bici due volte nel mese precedente per un totale di 3.6km!!!!!
L'allenamento di mio fratello ...forse 300km nel mese precedente.
Dalla mia ho che sono abbastanza attivo, ma non basta.
Noi siam saliti perchè abbiamo tanta esperienza di salite ...seppur nel passato e ci conosciamo abbastanza bene.
Per il resto è una salita che va preparata con cura

Da Bormio sono 40 tornanti (in realtà ne ho contati 41, ma vabbè). C'è qualche tornante subito dopo il paese, poi un lungo mezzacosta che salirà più o meno al 5 - 7%.
Poi la strada piega a destra entrando nella vallata. All'altezza di una casa diroccata e cadente (attenzione!) c'è una fontanella nascosta dai muri. Bisogna passare una porticina sotto i calcinacci semi-diroccati! Mio fratello ha bevuto e non si è preso malanni!!!
Poco dopo c'è una serie di tornanti molto belli, in mezzo agli ultimi pini mughi.
Da lì la strada prosegue a mezza costa con numerose gallerie strette e strabuie da togliersi gli occhiali scuri ed avere qualcosa per farsi vedere dalle macchine, noi avevamo le nostre luci rosse a led.
Mentre si percorre questo tratto si può vedere la prossima serie di tornanti che sono molto pedalabili, ma ci si arriva con un piccolo tratto (circa 200m) al 14%!!!
Da questi tornanti si può ammirare una mega cascata stupenda (più sotto è un torrentello perchè la maggior parte dell'acqua viene incanalata, credo per scopi idroelettrici).
C'è un piccolo sentierino che ci arriva da un tornante ma è davvero pericoloso arrivare sul ciglio. Non fatelo!
Poi la strada spiana di nuovo e si attraversa un lungo vallone dove c'è una delle case cantoniere, una chiesetta e un alpeggio.
Il profumo dei pascoli è stupendo e vediamo delle marmotte!
Quando la strada si reimpenna, si può già vedere il Passo. Non l'ho mai giudicato bello.
E' bella la salita di qua e di là, ma il passo è un po' (perdonate il termine) un bordello!
Comunque sia bisogna superare ancora qualche centinaio di metri di dislivello e parecchi tornanti. Lo scollinamento si fa un po' desiderare e poi eccolo!!!

Quindici anni fa, lo feci con 19.5kg di bagagli esclusa l'acqua e il cibo ...e mi ricordo che verso la fine ho avuto un accenno di crisi che recuperai nella nottata con una gran dormita in quel di un campeggino vicino a Bolzano...

Dopo un panino wuster e crauti e una weiss da 0.5 e momento di relax, decidiamo di scendere di là. Un tornante? due? ...ma dai no, andiamo fino a quel furgone giallo...parcheggiato su quel tornante laggiù...
Beh, ci son voluti 2 minuti per scendere!!!
Avevo paura di aver paura ...dopo essermi rotto il polso in bici meno di tre mesi fa... ma quando sono sulla mia StumpJumper scatta qualcosa di incontenibile e 100m dopo l'inizio della discesa tiravo come un pazzo e urlavo esaltato come un ossesso ...e piegavo la bici sulle curve e chi se ne fregava delle buche... A manetta!!!

Arriviamo al furgone! Ora c'è da salire! Ci mettiamo una vita, ma arriviamo e percorriamo gli ultimi 50m abbracciati come vincitori!
In effetti...
Abbiamo vinto un sogno!!!

E scusate se è poco...

Solo un ulimo appunto. Sulla serie di tornanti della cascata, sfugge inizialmente alla vista ma c'è ancora un pezzettino della salita asfaltata originale del passo. Ed è stato un piacere percorrerla poi in discesa pensando che qualche decina di anni fa son passate tante ruote famose! ...il fondo è pessimo e se avete gomme da strada o bici da corsa, sarà meglio entrare a 10km/h!!!

Back

Histats.com START Histats.com END